CHIRURGIA

ESTRAZIONI

  • Estrazione semplice: avulsione chirurgica di un elemento dentario
  • Estrazione complessa: avulsione chirurgica di un dente con eventuale elevazione di un  lembo gengivale ed odontotomia, revisione della ferita, eliminazione dei residui e sutura.

Quando si toglie un dente? Il dente viene estratto quando è molto cariato e non è possibile curarlo

Perché togliere un dente? Per eliminare una situazione patologica in atto ed eliminare di conseguenza i sintomi ad essa associati, quali dolore, gonfiore e febbre.

Possono esserci complicazioni dopo l’estrazione? Le complicazioni conseguenti all’intervento chirurgico sono poco frequenti e di solito controllabili a domicilio secondo le istruzioni ricevute dal medico.

Le “alveoliti” sono molto rare e necessitano di terapia locale ed analgesica. Nel caso di persistenza del dolore e in tutti i casi di complicazioni è bene contattare prontamente l’odontoiatra.

DENTI DEL GIUDIZIO

Perché i denti del giudizio possono provocare dei problemi?

  • Denti parzialmente erotti, possono favorire il ripetersi di infezioni causando dolore, gonfiore e difficoltà ad aprire la bocca.
  • Denti inclusi, rimangono intrappolati nell’osso e non riescono ad erompere in arcata.
  • Denti malposti, possono interferire con la normale masticazione, trattengono placca batterica e rendono difficile l’igiene orale.


Quando estrarre i denti del giudizio?
Le estrazioni dei denti del giudizio sono indicate nelle persone molto giovani, quando le radici non sono completamente formate, il tessuto osseo è più tenero, il rischio di danneggiare le strutture circostanti è minimo e la guarigione è più veloce.

Cosa fare subito dopo un’estrazione? Per limitare al massimo il disagio post-operatorio è bene seguire alcuni

CONSIGLI UTILI:

edema post-operatorio L’Edema è un rigonfiamento della parte operata che compare entro le prime 24-48 ore dopo l’intervento e che può essere più o meno marcato.

Si tratta di una reazione del tutto normale che si può ridurre al minimo con:

    • assunzione di farmaci antinfiammatori, come da prescrizione
    • applicazioni di ghiaccio.

Sanguinamento Leggeri sanguinamenti spontanei possono verificarsi nelle ore successive all’intervento. In tal caso è sufficiente comprimere la ferita con un rotolo asciutto di garza sterile per almeno 15 minuti; il tampone può essere sostituito in anticipo se è completamente impregnato di sangue.Per ottenere un’efficace coagulo nella zona operata è opportuno:

  • evitare ripetuti risciacqui del cavo orale
  • evitare l’assunzione di cibi o bevande calde per le 48 ore successive all’intervento
  • evitare assolutamente il fumo e/o l’assunzione di bevande alcoliche.

Dolore: Il leggero dolore che si avverte man mano che scompare l’effetto dell’anestesia viene di norma tenuto sotto controllo con la regolare assunzione di farmaci antidolorifici.

punti di sutura: I punti di sutura vengono rimossi dopo circa una settimana dall’intervento.

Se nel frattempo qualche punto si allenta o si lacera non c’è da preoccuparsi.

igiene orale: Durante il periodo di guarigione la rimozione della placca batterica è essenziale per ottenere una pronta guarigione della ferita. Nella zona della sutura è consigliabile:

  • l’uso di un cottonfiock imbevuto di collutorio, per la pulizia
  • l’applicazione di Gel o Spray antiplacca, per la disinfezione
  • evitare manovre di spazzolamento troppo energiche.

Nella restante parte del cavo orale si procede al consueto spazzolamento seguito da sciacqui con collutorio antiplacca.

dieta: Per i primi 6 giorni dopo l’intervento è consigliabile seguire una dieta semiliquida o comunque morbida (frullati, yogurt, semolino, ecc.). Sono da evitare:

  • sostanze troppo calde
  • cibi acidi e spezie
  • bevande alcoliche e fumo.

Riposo Il giorno dell’intervento deve essere di assoluto riposo.

Consigliabile tuttavia non rimanere coricati troppo a lungo: infatti la posizione eretta del capo e del busto favorisce un maggior deflusso di sangue e quindi riduce il gonfiore post-operatorio.

Per lo stesso motivo è preferibile dormire con un cuscino in più durante la prima notte.

Il giorno successivo all’intervento si può riprendere la normale attività lavorativa, avendo cura di evitare comunque stanchezza eccessiva, sudorazioni e sbalzi  termici.

E’ normale avere una certa sensazione di spossatezza per alcuni giorni, per cui è meglio rimandare eventuali viaggi e la ripresa di attività sportive.

Puoi telefonare allo Studio Dr.ssa Biancucci al numero 0113851085 dal lunedì al venerdì  dalle 9:00 alle 18:00, scrivici su info@studiodrbiancucci.it